Aokigahara, la Foresta dei suicidi: luogo maledetto, tra fantasmi e demoni

Ai piedi del Monte Fuji, in Giappone, ettari di terreno sono occupati dall’inquietante foresta Aokigahara, chiamata anche “Il Mare di Alberi” ma più tristemente nota come Jukai, “Foresta dei Suicidi”. La sua storia inquietante ha ispirato il film horror omonimo. La Foresta dei Suicidi Ogni anno, le autorità giapponesi rimuovono dozzine di corpi che penzolano …

La cerimonia del tè

La cerimonia del tè è un rito giapponese che va molto al di là del semplice consumo di una tazza di tè, poiché esso segue un codice di comportamento ben preciso e tutto

Il Sumo, lo sport nazionale del Giappone

Il Sumo, sport nazionale del Giappone, non è solo una lotta, è un ritorno alle tradizioni ed una riscoperta dell’antica essenza dell’impero del “Sol Levante”. Il regolamento del Sumo mantiene vive alcune tradizioni risalenti ad epoche antiche, ad esempio: l’utilizzo di variopinti mawashi (perizoma ricavato da un lungo nastro e terminante con una cintura); l’acconciatura dei lottatori, ossia l’oicho, …

Torii, la porta sacra

I torii sono porte che separano la zona profana dalla zona sacra del tempio. Segnano l’ingresso nell’area del santuario e il passarci sotto è un modo per purificare l’anima, passo necessario per poter pregare i kami (gli spiriti) ospitati nel tempio.

I gatti nella cultura giapponese

Sembra che questi felini siano stati portati per la prima volta da mercanti cinesi, nell'arcipelago nipponico, all'inizio dell'epoca Heian, intorno al X secolo e che siano diventati una compagnia e un diletto per la classe nobiliare fin verso il XVI secolo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: